Un mare di cure

Un mare di cure

 

Selezione delle scene


Copyright 2008 Fondazione Livio Sciutto Multimedia

 

Santa Corona vecchio logo

UN MARE DI STORIA, SULL’ONDA DEI RICORDI 

 
 

Vecchia S.CoronaNon sono molti gli ospedali in Italia e in Europa che possono vantare un così grande patrimonio di storia e di esperienza come il Santa Corona.

Le sue origini risalgono al lontano 1497, quando Stefano de Seregno fonda a Milano un ente morale denominato Santa Corona, impegnato nell’assistenza sanitaria ai poveri e nella riabilitazione dalle malattie croniche diffuse in quel tempo. In Liguria l’istituzione approda nel 1918 nella cittadina di Spotorno, a pochi kilometri da Savona per ospitare figli di prigionieri di guerra austriaci, denutriti e malati di tubercolosi.

Il successo di questa struttura è testimoniato dal fatto che solo quattro anni dopo è completamente occupata e si rende necessaria la creazione di un nuovo insediamento destinato ad accogliere l’eccedenza di richieste di ricovero da parte di malati di tubercolosi e di bambini milanesi delle fasce sociali più povere.

Vecchia S.CoronaIl nuovo complesso si colloca sull’area di un insediamento di case inutilizzato denominato Pietra Nuova, in località Pietra Ligure, struttura in cui, nel 1923, viene trasferita la colonia di Spotorno.

Nel 1925 la colonia si trasforma in ospedale e richiama grandi nomi della medicina e dell’ortopedia del tempo.

Nel 1936 l’ospedale ha già completato i grandi edifici che ne caratterizzeranno la struttura per molti anni: i padiglioni 17 e 18, la casa suore, la chiesa dedicata ai Santi Carlo e Ambrogio. Nel periodo antecedente il secondo conflitto mondiale il Santa Corona acquisisce notorietà e prestigio in Italia grazie ad una sempre più approfondita specializzazione in ortopedia. Un’esperienza che si rivela più che mai utile nei drammatici momenti della guerra e della lotta di liberazione partigiana in cui l’ospedale, con i suoi medici, suore e infermieri, diventa un punto di riferimento importantissimo e un rifugio sicuro.

Con la fine della guerra l’ospedale riprende la sua vocazione preventivo-riabilitativa e vengono costruiti padiglioni destinati ai bambini e ai giovani affetti da malattie tubercolari.

Nel 1949 inizia la costruzione del padiglione Isolamento a cui segue il Chirurgico e poi il Polio, per la cura e il recupero della poliomielite. Con il mutare degli eventi epidemiologici l’ospedale ha saputo adeguare strutture e personale alle nuove esigenze nel settore della chirurgia, medicina e ortopedia per le forme acute, creando nuove sale operatorie e nuovi servizi e aprendo convenzioni di collaborazione con molte cattedre universitarie.

Dal suo ingresso nel sistema sanitario ligure, nel 1978, il Santa Corona ha assunto sempre più la connotazione di ospedale per acuti ed è definito Azienda Ospedaliera con DEA di secondo livello e reparti di alta specialità.

PRENDERSI CURA PER CURARE MEGLIO:
UNA FILOSOFIA E UN IMPEGNO QUOTIDIANO

La filosofia di cura del Santa Corona è il risultato della sua storia e della sua geografia.Riabilitazione Da quasi un secolo infatti, la vocazione di questo centro è quella di prendersi cura delle persone, come prima forma di terapia. Ma oltre alla storia, la collocazione geografica del Santa Coronaha fatto sì che questo ospedale si rivelasse nel tempo una residenza ideale per interventi riabilitativi in cui anche la piacevolezza del soggiorno viene a costituire una condizione importante per la guarigione.

Circondato da eleganti giardini e palmizi, affacciato su un’ampia spiaggia della Riviera Ligure, in una località il cui microclima risulta soleggiato e mite in ogni stagione dell’anno, l’Ospedale Santa Corona offre al paziente a ai suoi famigliari un contesto ambientale solare e rasserenante. Perché prendersi cura delle persone significa anche questo.

Così come altrettanto importante è la preparazione del personale medico e infermieristico nel relazionarsi con sensibilità e attenzione Vecchi laboratoriai bisogni anche psicologici del paziente. È uno degli obiettivi che si pone il Centro di Formazione, che opera a Pietra Ligure fin dal 1955 e che oggi è un Polo Universitario e Professionale riconosciuto a livello ministeriale, per il conferimento di titoli di Laurea in infermieristica e fisioterapia.

Grazie a una formazione altamente professionale e a un aggiornamento costante sulle nuove forme di relazione e approccio caldo e incentivante con il paziente, l a percezione generale della qualità del servizio del Santa Corona da parte dei S.Corona piscinaricoverati, è risultata, da una recente indagine realizzata in collaborazione con l’AVO e il Centro di Tutela per i Diritti del Malato, particolarmente positiva. Determinante in questo senso è stata la partecipazione attiva delle organizzazioni di volontariato alla vita dell’ospedale, ai fini di una umanizzazione della struttura sanitaria e del rapporto medico paziente. I risultati di questa ricerca hanno confermato come la filosofia del “prendersi cura”, unita a una ricerca di eccellenza nelle prestazioni diagnostiche, chirurgiche e mediche costituiscono la formula più efficace per un ospedale a misura d'uomo.

 

ESPERIENZA E INNOVAZIONE, PROFESSIONALITÀ E TECNOLOGIA:
I FATTORI CHE CORONANO UN SUCCESSO..

Passato e futuro sono dimensioni del presente, al Santa Corona. Un passato di storia e tradizione che è garanzia di esperienza e affidabilità. Un futuro di sviluppo e di innovazione che è già disponibile oggi grazie alla ricerca e al costante aggiornamento delle metodologie e delle tecnologie diagnostiche, chirurgiche e riabilitative.

 

Il Santa Corona eroga assistenza sanitaria ospedaliera in regime di ricovero ed assistenza ambulatoriale di alta e altissima specializzazione per il trattamento di tutte le patologie, con prestazioni di eccellenza nell’area ortopedica, protesica e neuroriabilitativa. L’Azienda Sanitaria comprende 23 reparti di degenza, 56 servizi ambulatoriali ed un totale di oltre 500 posti letto. Opera attraverso le seguenti strutture: Pronto Soccorso e DEA, Cardiologia e Emodinamica, Riabilitazione e Movimento, Ortopedia, MIOS, Elisoccorso Neuroscienze, Anestesia, Terapia del Dolore, Radiologia, Centro di Formazione, Unità Spinale Unipolare. Il bacino di utenza si estende ormai oltre i confini di competenza territoriale del Ponente ligure su un’area extraregionale.

Per alcune specializzazioni, che hanno avuto un notevolissimo incremento di richieste negli ultimi anni, e che costituiscono l’unicità e la specificità del Santa Corona, quali l’Ortopedia, la Protesica e l’Unità Spinale Unipolare e la Riabilitazione, questo ospedale rappresenta ormai un punto di riferimento a livello internazionale, con pazienti provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo.

Ulteriori elementi di spicco nell’offerta di servizi di questa Azienda ospedaliera sono il Centro di Neuroscienze “Elio Tartarini” e la Cardiologia e Emodinamica. Il primo è dedicato allo studio, alla diagnosi e alla cura delle malattie del sistema nervoso centrale e periferico ed è dotato di un blocco operatorio di nuova costruzione e di una diagnostica neuroradiologica potenziata dall’acquisizione di macchine di ultima generazione (RMN e angiografo digitale).

La Cardiologia e Emodinamica, grazie alla dotazione di un parco tecnologico d’avanguardia, al top degli standard europei e a un equipe con ampia esperienza internazionale, è in grado di effettuare inteventi di altissima specializzazione, con tecniche sempre meno invasive, alternative alla cardiochirurgia. Al Santa Corona tecnologia e innovazione consentono di raggiungere livelli di prestazioni diagnostiche, mediche e chirurgiche fino a ieri impensabili. Ma sono sempre la preparazione, la professionalità e la sensibilità del medico a costituire il fattore determinante di ogni intervento terapeutico. Sul patrimonio di intelligenza e di talento dei propri medici, specialisti e tecnici, questo ospedale fonda da sempre la propria filosofia. Perché è il fattore umano che in medicina consente di conseguire l’obiettivo primario della medicina stessa: la qualità della vita di ogni persona.

 
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Con una tua donazione,
puoi sostenere il nostro
impegno per la ricerca.

archivio

GAP II

GAP II è un sistema per l’archiviazione di dati clinici e chirurgici di pazienti sottoposti ad interventi di chirurgia protesica di anca, ginocchio e spalla.